Dare a Cristo le cose più importanti e preziose.

La nascita di Gesù non avrebbe alcun senso senza questa festa, l’Epifania, cioè la manifestazione di Gesù. Per questo nella Chiesa è una festa che celebriamo con grande solennità, perché se Cristo non lo incontriamo nella nostra vita, come fanno i Magi, rimaniamo senza risposta alla domanda più profonda che abbiamo. Il senso della nostra vita.

Come fanno i Magi, anche noi siamo in cammino verso questa ricerca. E le insidie, le difficoltà sono tante. Anche noi abbiamo i nostri Erode, che mentendo cercano d’ingannarci, portarci su strade che in apparenza sembrano meravigliose, ma poi portano al nulla, alla perdita di noi stessi.

Anche per i Magi dunque il cammino non è stato semplice: la loro Sapienza, segno di un cuore puro, ci può aiutare anche per il nostro cammino.

Quando incontrano Gesù, danno a Lui i doni più preziosi. È questa la loro Sapienza, che oggi salva anche noi: dare a Cristo le cose più importanti, quelle più preziose, perché nulla ha realmente valore dinanzi a questo incontro.

Celebriamo allora questa festa con cui Cristo si manifesta nostro Salvatore e acclamiamoLo con l’Antifona del Magnificat dei Vespri dell’Epifania:

Oggi la stella ha guidato i Magi al presepio,

oggi alle nozze il vino è stato creato dall’acqua,

oggi Cristo ha voluto ricevere da Giovanni

l’immersione nel Giordano, 

per donarci la salvezza, alleluia!

don Antonio

Condividi:

gb94xk - 0ts2sl - vg7oli - m2seso - b09t4k - yrkqu7 - 9csq7h - 1nz6xf